Tag Titolo Abstract Articolo
I dati
Italia, in crescita trasporto aereo e vettori esteri nella penisola
14/02/2017 12:25:00
I passeggeri aumentano del 4,4%, le merci e la posta del 3,1%, i movimenti commerciali di aeromobili dello 0,6%


di Gianfranco Nitti


Secondo dati recentemente comunicati dall’ISTAT, nel 2015 si è consolidata la crescita del traffico aereo da e verso gli scali nazionali, confermando le tendenze espansive registrate nell'anno precedente. I passeggeri aumentano del 4,4%, le merci e la posta del 3,1%, i movimenti commerciali di aeromobili dello 0,6%.
L'incremento dei passeggeri riguarda solo i voli di linea e, in particolare, i voli internazionali che crescono in misura più intensa (7,7%) rispetto ai voli nazionali (1,8%).
I passeggeri dei voli charter diminuiscono invece in modo significativo, con un calo del traffico sia nazionale (-28,3%) sia internazionale (-20,7%).
Gli aeroporti che registrano i maggiori aumenti di passeggeri rispetto all'anno precedente sono Bergamo (1,6 milioni in più), Roma Ciampino (813 mila in più), Perugia (76 mila passeggeri in più), quelli con i cali più consistenti sono invece Rimini (310 mila in meno) e Cuneo (109 mila in meno).
Continua a diminuire l'utilizzo dei vettori nazionali da parte dei passeggeri arrivati e partiti negli aeroporti italiani.

 

Italia ancora al quinto posto nella classifica europea dei passeggeri

Nel 2015, il traffico dei passeggeri in Europa è aumentato del 4,8% rispetto al 2014, passando da 1,3 a 1,4 milioni. I paesi che nel 2015 presentano il maggior traffico in termini assoluti sono Regno Unito con circa 232 milioni di passeggeri (+12,2 milioni rispetto all’anno precedente), Germania con più di 194 milioni (+7,4 milioni rispetto all’anno precedente), Spagna con 175 milioni (+9,3 milioni rispetto all’anno precedente) e Francia con circa 142 milioni, ma con una diminuzione di 927 mila passeggeri; l’Italia si colloca al quinto posto nella classifica europea, con poco più di 128 milioni di passeggeri (+6,1 milioni rispetto al 2014). Complessivamente nel 2015 questi cinque paesi rappresentano circa il 62,9% delle destinazioni europee. Considerando l’andamento registrato tra il 2014 e il 2015 i maggiori incrementi riguardano Polonia (+12,6%), Irlanda (+12,5%) e Portogallo (+10,5), mentre si registra una forte riduzione per Danimarca (-5,9%) e Francia (-0,7%).
 

Pubblicitá
SEPARATORE 5PX SFOGLIA IL GIORNALE SEPARATORE 5PX L’Osservatore d’Italia - Ultima edizione SEPARATORE 5PX OFFICINA STAMPA SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DA LEGGERE SEPARATORE 5PX TOROSANTUCCI EDITORIALE SEPARATORE 5PX EMANUEL GALEA EDITORIALE SEPARATORE 5PX ANGELO BARRACO EDITORIALE SEPARATORE 5PX ROBERTO RAGONE EDITORIALE SEPARATORE 5PX ROBERTO RAGONE EDITORIALE SEPARATORE 5PX EMANUEL GALEA EDITORIALE SEPARATORE 5PX ANGELO BARRACO EDITORIALE SEPARATORE 5PX EMANUEL GALEA EDITORIALE SEPARATORE 5PX ROBERTO RAGONE COMMENTO SEPARATORE 5PX ROBERTO RAGONE COMMENTO SEPARATORE 5PX ROBERTO RAGONE COMMENTO SEPARATORE 5PX GIUSY ERCOLE LA NOTA SEPARATORE 5PX LINCHIESTA SEPARATORE 5PX NEMI GESTIONE RIFIUTI SEPARATORE 5PX ULTIMI VIDEO SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact